Scansioni tridimensionali

La scansione tridimensionale, oggi in ampia diffusione, crea, con poche riprese ottiche, un modello virtuale 3D da qualsiasi oggetto. La validità di questo strumento sta nella velocità di acquisizione, nella totale non invasività (la scansione è laser, avviene senza contatto fisico) e nella precisione dei dati. Il modello virtuale ottenuto è una copia esattamente identica all’originale. I campi applicativi che il nostro studio ha collaudato e sui quali sta attualmente lavorando sono principalmente due:
produzione e commercializzazione industriale: il modello 3D ottenuto può essere utilizzato in cataloghi multimediali per la vendita online dei prodotti, o per ridurre i tempi di produzione con il Reverse Engineering.
conservazione e tutela dei beni culturali: con la scansione di oggetti d’arte, da noi sperimentata a lungo, si può controllare lo stato di conservazione, ricomporre frammenti al computer, catalogare l’opera o sostituirla con una copia mediante prototipazione, integrare i dati in mano al restauratore, gestire musei virtuali online.